AttualitàUltime News

San Luca tra storia e fede

a cura di Luca Boffa

Luca di Antiochia o San Luca Evangelista è secondo la tradizione cristiana l’autore del Vangelo di Luca e gli Atti degli Apostoli che raccontano le vicende degli apostoli dopo la morte e resurrezione di Gesù.

Luca era secondo la Storia Ecclesiastica di Eusebio di Cesarea un medico originario di Antiochia che era una città siriana fondata dal sovrano di lingua greca Seleuco I alcuni anni dopo la morte di Alessandro Magno e capitale dell’Impero Seleucide che divenne nemico degli ebrei al tempo dei Maccabei, ai tempi successivi alla resurrezione di Gesù la città in questione si riempì di seguaci di Gesù di origini non ebraiche tra cui c’era San Luca e quindi si trattava della prima comunità cristiana della storia in quanto era formata da pagani intesi come non ebrei convertiti dagli antichi politeismi e non da ebrei che riconoscevano il fatto che Gesù è il Messia figlio di Dio e bisogna sapere anche che “cristiano” era in origine un termine offensivo per indicare i seguaci di Gesù in maniera dispregiativa infatti san Paolo di cui Luca era il suo compagno di viaggio non si definiva mai cristiano ma ebreo seguaci di Gesù Cristo e il termine cristiano era usato solo da un personaggio negli Atti degli Apostoli ovvero il re Agrippa discedente di Erode in una discussione con l’apostolo san Paolo forse a causa di voci popolari su Gesù e i suoi seguaci.

A differenza di altri santi cristiani del Nuovo Testamento Luca è morto di vecchiaia e non di martirio probabilmente dopo l’anno 80 dopo Cristo proprio come l’apostolo Giovanni che scrisse l’Apocalisse ultimo libro del Nuovo Testamento e il Vangelo di Luca è un testo che per descrivere la nascita di Gesù da importanza ai pastori e quindi i poveri e non ai ricchi e sapienti come i Magi e i passi narrati in prima persina negli Atti degli Apostoli si riferirebbero a Luca che narra la storia a Teofilo destinatario del suo Vangelo e degli Atti.

 

Comment here