AttualitàUltime News

EXTRANEWS – Cinema, dati in crescita ma non sempre le sale sono aperte. Perché?

di Luca Consiglio

Nei primi otto mesi del 2022 gli spettatori sono stati complessivamente 25,7 milioni. Con una stagione di oltre 150 film di prossima uscita, ci si aspetta che questo numero aumenti sensibilmente, eventuali riprese del Covid. In tutto il tormentato 2021 le presenze sono state 24,6 milioni circa, quindi la situazione a oggi è di crescita consolidata rispetto all’anno scorso. Nel 2020, nonostante la brusca chiusura da marzo a maggio e quella da novembre in avanti con “finestre” natalizie, il bilancio è di 28,1 milioni di spettatori. Probabilmente l’abbrivio lo aveva dato il 2019, che aveva chiuso a quota 97,6 milioni di presenze, un dato considerato particolarmente positivo. A dare ulteriore benzina alle aspettative sulle presenze di quest’anno, l’arrivo di titoli particolarmente appetitosi, uno fra tutti “Avatar 2” in uscita il 14 dicembre. Intanto, per preparare il terreno, dallo scorso 22 settembre è stato riproposto “Avatar” del 2009. Grazie alle prossime uscite i distributori stimano che il 2022 chiuda con una presenza complessiva di 50 milioni di spettatori, oltre 20 milioni in più rispetto al 2021. Ora ci troviamo davanti ad un nuovo ciclo di film al cinema dopo le vacanze estive e dopo l’alternarsi di notizie relative alla pandemia. A Salerno, però, accade qualcosa che non riusciamo a comprendere. L’unico multisala del territorio cittadino risulta in questi giorni interessato da una serie di lavori di ristrutturazione. Ma perchè fare dei lavori di ristrutturazione proprio adesso che la gente è pronta a tornare al cinema più “affamata” che mai di film e soprattutto perchè scegliere questo periodo non proprio “corretto”, visto che lavori del genere si possono tranquillamente programmare per altri periodi dell’anno, come l’alta estate ad esempio, dove l’afflusso di persone al cinema risulta inferiore? Attendiamo risposte.

Comment here