AttualitàSportUltime News

“Dalla panchina”, il ritorno di Mourinho in Italia

a cura di Simone Giordano

Dall’estate 2021 Josè Mourinho sarà l’allenatore della Roma, tornando di fatto a sedersi sulle panchine del nostro
campionato. L’ultima volta lo aveva fatto nel 2010 quando riuscì a guidare l’Inter verso l’impresa più titanica di sempre nella storia del club: il Triplete. Il tecnico portoghese ha firmato fino al 2024 con la Roma e dopo la fine dell’avventura con il Tottenham terminata con un esonero il 19 aprile 2021, lo Special One ha detto di essersi convinto in fretta della bontà del progetto giallorosso, della serietà del progetto di Friedkin e del calore dei tifosi romanisti. Josè Màrio dos Santos Mourinho Fèlix meglio noto come Josè Mourinho è stato prima un difensore di calcio e poi un allenatore. Come allenatore ha cominciato come vice allenatore al Barcellona di Ronaldo dal 1996 al 2000, per poi passare a diventare allenatore del Porto squadra con la quale vince tutto dal 2001 al 2004. Il 2 giugno 2004 viene ingaggiato dal Chelsea dove rimane fino al 2007 per poi passare all’Inter nel 2008, nel 2010 va ad allenare il Real Madrid dove rimane fino al 2013 quando fa ritorno al Chelsea e vi rimane fino al 2015. Nel 2016-2018 allena il Manchester Utd e dal 2019 al 2021 allena il Tottenham. Nel corso della sua carriera di allenatore Mourinho ha adottato vari moduli di gioco tra cui il 4-3-1-2 visto ai tempi del Porto, il 4-3-3 utilizzato nella prima esperienza al Chelsea, o il 4-2-3-1 messo in pratica a partire dal secondo anno all’Inter e riproposto prevalentemente in tutte le esperienze successive. Le squarde di Mourinho dotate solitamente di grande fisicità, possono contare su una fase difensiva molto solida e su una fase offensiva che fa ampio uso delle cosrie laterali, sfruttando in particolare le sovrapposizioni dei terzini e la loro propensione al cross. E’ considerato uno dei migliori allenatori al mondo sotto il profilo comunicativo e motivazionale.

Comment here