AttualitàUltime News

Alberto Sordi, un secolo di cinema italiano

di Antonio Raimondi

Oggi 15 giugno ricordiamo la nascita del nostro mitico Albertone nazionale. Alberto Sordi (Roma, 15 giugno 1920 – Roma, 24 febbraio 2003) è stato un attore, regista, comico, sceneggiatore, compositore, cantante e doppiatore italiano.

Fra i più importanti attori del cinema italiano con circa 200 film, è considerato uno dei più grandi interpreti della commedia all’italiana con Ugo Tognazzi, Vittorio Gassman e Nino Manfredi, un quartetto al quale è generalmente accostato anche Marcello Mastroianni. Inoltre, insieme ad Aldo Fabrizi e Anna Magnani, fu tra i massimi esponenti della romanità  cinematografica.

Con l’avvento della commedia all’italiana diede vita a una moltitudine di personaggi che la critica identificò come assimilabili all’italiano medio, spesso collaborando anche al soggetto e sceneggiatura dei film interpretati (190 in tutto, dei quali si ha certa la sua partecipazione a “soli” 146/147) e alle diciannove pellicole da lui dirette.
Vi sono nei personaggi di Sordi delle caratteristiche ricorrenti: tendenzialmente prepotenti con i deboli e servili con i potenti, a cui cercano di mendicare qualche privilegio. Secondo alcuni proporre personaggi di questo tipo darebbe il “cattivo esempio”, porterebbe infatti certi spettatori che altrimenti non avrebbero avuto il coraggio di rivendicare la propria pochezza, ad avere un alibi e addirittura un esempio da seguire, sentendosi rappresentati e legittimati.

Nel 1999 gli venne consegnato, su ideazione del regista Angelo Antonucci, il premio “Reggia d’oro” per l’interpretazione, come primo film da protagonista, del film “I tre aquilotti” ambientato alla Reggia di Caserta.

Il 7 dicembre 2003 gli fu intitolata la restaurata galleria Colonna a Roma, divenuta dunque galleria Alberto Sordi. Sempre a Roma, il 16 febbraio 2013 è stato inaugurato all’interno di Villa Borghese un viale dedicato ad Alberto Sordi, alla presenza della sorella dell’attore, Aurelia, e del sindaco Gianni Alemanno.

Ad Alberto Sordi è stato dedicato il film del 2003 di Ettore Scola “Gente di Roma”.

Dal 2004 viene consegnato il premio speciale Leggio d’oro “Alberto Sordi” agli attori che si sono distinti dell’ambito del doppiaggio, del teatro, della televisione o del cinema. Tale premio viene conferito durante l’annuale edizione del Leggio d’oro, è stato dedicato all’attore perché egli fu il primo vincitore dello stesso premio nel 1995, per il doppiaggio di Oliver Hardy in Stanlio & Ollio.

All’attore romano è stato dedicato anche un asteroide, 83657 Albertosordi.

Comment here