SportUltime News

Salernitana: addio a Ventura, c’è Castori

di MATTEO VICINANZA

Sabato 1° agosto il tecnico della Salernitana Giampiero Ventura attraverso un comunicato ha dichiarato una sua indisponibilità a rinnovare il suo contratto. Il comunicato stampa di Ventura si apre con il ringraziamento alla Città di Salerno e il rammarico per non aver fallito e non essere riuscito a raggiungere il meritato acceso della Salernitana ai playoff. Il tecnico ligure era giunto a Salerno 13 mesi fa con la l’incredibile entusiasmo e alcuni obbiettivi da raggiungere: come la ricostruzione e la formazione di un gruppo dopo un anno così difficile. Per Ventura il significato di ricostruzione di un gruppo è stato quello di dare un importanza e una cultura diversa del termine lavoro ai calciatori che avrebbero dovuto dimostrare la propria professionalità in campo e fuori campo simbolo di appartenenza alla casacca granata. Secondo Ventura questi obbiettivi sono stati raggiunti grazie alla valorizzazione e la crescita di alcuni calciatori. Il primo pensiero Giampiero Ventura lo ha voluto rivolgere a Maistro un calciatore proveniente dalla Serie C e che oggi è un calciatore della nostra Nazionale Italiana Under 21. Ventura ha inteso rivolgere un pensiero anche a Lombardi reduce da un annata difficile e che oggi è richiesto da tanti club di Serie A. Un altro pensiero Ventura lo ha inteso rivolgere a Gondo il cui valore si è decuplicato.

Ventura pensa anche a calciatori provenienti dalla Lazio come: Dziczeck, Caro, Cicerelli, Kiyne “diventati patrimonio della Società”. Un altro pensiero Ventura lo ha rivolto a Milan Djuric che grazie alla sua determinazione e le sue giocate per la prima volta nella sua carriera ha fatto cifra tonda segnando molti gol. Alcuni obbiettivi che Ventura voleva raggiungere oltre ai playoff erano quelli di avere maggiore visibilità nel Campionato di Calcio Serie B. Da parte della Salernitana c’è un grande rammarico per essere stata per molti mesi nella zona dei playoff, infatti venerdì sera nella gara casalinga con la squadra ligure dello Spezia la Salernitana non è riuscita a raggiungere l’obbiettivo dei playoff. Da parte nostra è stato commesso un grande errore da parte di tutti noi, nonostante le nostre fondamenta sono solide per poter raggiungere obbiettivi futuri. Giampiero Ventura in questi mesi trascorsi a Salerno ha capito che cosa rappresenta il calcio per la Città di Salerno e quanto la Città si attendeva dalla Salernitana.

“Con la data di sabato 1°Agosto 2020 ho comunicato alla società la mia indisponibilità ad un possibile ed eventuale rinnovo del contratto. Ventura ha voluto rivolgere un ringraziamento ai presidenti Lotito e Mezzaroma, il direttore sportivo Angelo Fabiani, il team manager Salvatore Avallone, i fisioterapisti e tutti i dottori, i giornalisti per il rapporto instaurato in questi tredici mesi. Ventura ha ringraziato anche la tifoseria che a causa di questa pandemia non è potuta essere presente accanto alla Salernitana in questa stagione così strana. Il comunicato stampa si è chiuso con la firma di Giampiero Ventura”.

L’unione sportiva Salernitana 1199 attraverso un comunicato ha salutato Giampiero Ventura augurandogli di poter portare a termine con la sua professionalità di allenatore di Calcio i suoi obbiettivi futuri.

Nel frattempo la società ha già annunciato il suo successore. Si tratta di Fabrizio Castori, già in passato sulla panchina granata, con due esoneri e scarsi risultati in una stagione, quella 2008-2009 piuttosto travagliata. Il tecnico ha firmato con il club granata un contratto annuale con opzione per il secondo. Farà parte dello staff tecnico l’allenatore in seconda Riccardo Bocchini, il preparatore atletico Carlo Pescosolido e il match analyst Marco Castori.Queste le prime parole di mister Castori da nuovo allenatore della Salernitana: “Sono molto contento di aver raggiunto l’accordo con la Società granata. Ringrazio i Presidenti Lotito e Mezzaroma per avermi dato la grande opportunità di tornare in una piazza importante di cui conosco già la passione e l’incredibile entusiasmo”.

Comment here