SportUltime News

Salernitana: intitolazione dei campi ai 4 angeli granata

di MATTEO VICINANZA

Domenica 24 Maggio 2020 presso il Centro Sportivo del Mary Rosy si è svolta la cerimonia dell’intitolazione dei campi di calcio e della sala stampa a Ciro Alfieri, Simone Vitale, Vincenzo Lioi, Giuseppe Diodato e Simone Vitale, i 4 ragazzi scomparsi tragicamente mentre erano sul treno di ritorno da Piacenza, nel maggio del ’99.

Alla cerimonia erano presenti i genitori dei tre ragazzi insieme ad una rappresentanza dei tifosi e del Direttore Sportivo Angelo Fabiani, Monsignor Andrea Bellandi, Arcivescovo di Salerno, Angelo Caramanno, Assessore allo Sport del Comune di Salerno insieme a Gaetano Nappo Consigliere Comunale con delega allo Sport del Comune di Pontecagnano. Il dirigente granata ha ringraziato tutte le persone che erano presenti alla cerimonia e soprattutto quelle che non sono potute essere presenti a causa delle disposizioni e delle regole da rispettare per l’emergenza del coronavirus.

“Era questo il nostro desiderio di poter realizzare quanto abbiamo fatto per tenere vivo il ricordo di 4 giovani figli della Città di Salerno che amavano i colori granata. Grazie a Monsignor Bellandi per aver accettato l’invito ad essere presente a questa cerimonia così importante, all’Assessore Caramanno che con il suo supporto costante è sempre presente alle nostre manifestazioni. La squadra della Salernitana è patrimonio della Città di Salerno e questa grande opera che realizziamo oggi è una prospettiva di un futuro importante. Ricordare questi quattro figli della Città di Salerno è per noi un ricordo che resta scolpito nei nostri cuori per sempre. Intitolare la sala stampa e i tre campi di calcio a questi tre compagni di viaggio e figli della Città di Salerno è una cosa straordinaria ed importante. Tutti noi che siamo qui presenti questa mattina a questa cerimonia avevamo un sogno nel cassetto che è stato esaudito“.

“Ringraziamo la Salernitana ed il Direttore Sportivo Angelo Fabiani per il lavoro che stiamo svolgendo insieme, grazie a Monsignor Bellandi con cui è sempre un grande piacere poter discutere di sport e di calcio”, ha concluso invece Caramanno.

Comment here