SportUltime News

Ayrton Senna, il mito: parte seconda (l’impegno sociale e l’aiuto ai bambini)

di MATTEO VICINANZA

Il primo Maggio 2020 si sono ricordati i 26 anni della morte del pilota brasiliano Ayrton Senna, deceduto a seguito dell’incidente del Gran Premio di San Marino, (CLICCA QUI per leggere la prima parte dello speciale). Ayrton Senna con la sua fine da epico eroe è ricordato come un mito. Dopo la sua morte nasce un’organizzazione che porta proprio il suo nome e che è riuscita in 26 anni a togliere dalla strada 26 milioni di ragazzi e bambini che erano meno fortunati di lui. La frase: “Se vogliamo cambiare qualcosa, dovemmo iniziare con i bambini e con la loro istruzione”. A pronunciare questa frase non è stato un funzionario delle Nazioni Unite, un pedagogo, ma un ragazzo-pilota che in pista si è visto troncare la sua giovane vita proprio quel 1° Maggio di 26 anni fa. Quel primo maggio del 1994 Ayrton Senna che era al comando del Gran Premio di San Marino, quando subisce un pericoloso incidente in pista che viene trasmesso in diretta mondiale. Ayrton Senna muore alla giovane età di 34 anni. Solo le persone che hanno superato questa età possono comprendere come siano così pochi 34 anni per un giovane pilota che sta per morire. La fondazione Senna è gestita direttamente dalla sorella, Viviane, anche se già prima della sua morte destinava grosse somme di beneficenza per le più disparate attività sociali. Dopo la sua scomparsa, è nata così la fondazione, grazie alla volontà dello stesso pilota, espresse la volontà di dar vita ad un’organizzazione con l’obiettivo di aiutare i bambini poveri del Brasile, al fine di dare loro un’opportunità per il futuro, come si era evinto anche dal testamento del campione 34enne, che destinò fondi importanti alla creazione di qualcosa di buono per i bambini più sfortunati.

A ventisei anni di distanza ci sono ancora persone che ogni Primo Maggio ricordano il tragico incidente nel quale perse la vita il pilota brasiliano con il sorriso e gli occhi tristi Ayrton Senna. La ricorrenza dell’anniversario della morte di Ayrton Senna è una ricorrenza molto partecipata e composta, infatti per ricordare Ayrton Senna vengono organizzate delle mostre e dei tributi e delle pubblicazioni ed eventi nei quali si ricordano gli anniversari a cifra tonda, dove si registra un coinvolgimento molto personale e veramente molto speciale ogni anno, mentre nel ’94 la Nazionale di calcio del Brasile ha dedicato il Campionato del Mondo vinto proprio al pilota da poco scomparso, eroe nazionale. L’organizzazione Ayrton Senna è stata riconosciuta dall’Unesco con il titolo di “cattedra per la formazione, l’istruzione e lo sviluppo umano”, radicata in Brasile e si occupa dell’istruzione e della formazione contro il contrasto all’abbandono scolastico dell’alfabetizzazione. Nella fondazione la mattina si va a scuola e il pomeriggio si da la possibilità ad ogni ragazzo di vivere in un ambiente virtuoso nel quale si può sviluppare se stessi. Un opera importante e gratuita che ha numeri da capogiro: più 230.000 insegnanti in 20 anni, e 26 milioni di ragazzi che vengono strappati dalla strada e che diventano studenti.

Comment here