AttualitàUltime News

Coronavirus: entriamo nella Fase 2

di ALESSIA FUCCIA

Il giorno 26 Aprile il Presidente del Consiglio Conte ha illustrato la Fase 2; saranno obbligatorie le mascherine. Le nuove disposizioni varranno per due settimane, all’interno delle regione sarà possibile spostarsi solo per ragioni di necessità, ma in più si potranno visitare i familiari, sempre con le mascherine e senza assembramenti. Muoversi al di fuori della regione sarà possibile soltanto per ragioni di necessità e con l’autocertificazione. Sarà consentito l’accesso a parchi, ville e giardini pubblici con distanziamento sociale e senza assembramenti. De Luca ha consentito lo svolgimento dell’attività motoria a partire dal 27 Aprile. Ma dopo gli assembramenti verificatisi nella fascia oraria serale, il governatore ha rettificato consentendo di fare la passeggiata con la mascherina, vietando lo jogging, ad eccezione di una fascia oraria a prima mattina.

Le cerimonie funebri si potranno svolgere con i soli congiunti e fino ad un massimo di 15 persone. Pub, ristoranti, pizzerie, gelaterie e gastronomie dal 27 Aprile potranno effettuare solo consegna dei cibi a domicilio, o al massimo da asporto, mentre per ristoranti e bar l’ingresso sarà uno alla volta. Ripartono i settori di costruzioni e manifattura; al commercio al dettaglio toccherà il 18 maggio. Giorno in cui sarà la volta di musei e biblioteche. Per finire il primo giugno apriranno parrucchieri, barbieri, estetiste e centri di massaggio. La scuola riaprirà con il nuovo anno scolastico: il primo settembre.

Comment here