Attualità

Pio XII e la Giornata della Memoria, un ruolo da rivalutare

di LUCA BOFFA

Il 27 Gennaio è come tutti sanno il Giorno della Memoria ma quest’anno sarà particolare la commemorazione perché all’ONU ci sarà un evento in cui si analizzerà il ruolo della Santa Sede e della Chiesa Cattolica in generale nel periodo nazista e della Seconda Guerra Mondiale. L’evento sarà in collaborazione con la rappresentanza diplomatica vaticana per rivalutare Papa Pio XII. Papa Pio XII o Papa Eugenio Pacelli è un papa che ha diviso gli studiosi di storia perché da un lato c’è chi lo vuole un religioso complice del nazismo mentre altri un suo strenuo oppositore, faccio notare che questo papa era amico di Nahum Sokolow, uno degli ebrei aderenti al Sionismo che ha fatto nascere il moderno Israele quando era ancora un cardinale ai tempi della Prima Guerra Mondiale e di Papa Benedetto XV. Tra le altre cose Benedetto XV era il papa che ha definito la prima guerra mondiale “L’inutile strage” in una lettera indirizzata ai governanti di quei tempi.

Tornado alla questione Pacelli questo papa hai dichiarato nel 1939 in un suo discorso radiofonico “Nulla è perduto con la pace, tutto può esserlo con la guerra” condannando di fatto l’avventura anzi disavventura bellica di Hitler e Mussolini contro le forze alleate, c’è da sapere che le prime nazioni a dichiarare guerra al nazifascismo furono Gran Bretagna e Canada rispettivamente il 3 settembre e 10 settembre 1939. Faccio notare che in una sua enciclica dedicata allo studio biblico Pio XII parla di studio della lingua ebraica biblica e di altre lingue orientali e il nome dell’enciclica è “Divino Afflante Spiritu”. Io sono per la tesi che Papa Pio XII fosse uno strenuo oppositore di Hitler per diversi e complessi motivi storici e religiosi tra cui quello già citato, ovvero il rapporto con il già citato Nahum Sokolow. Tornando all’attualità il 2 Marzo 2020 Papa Bergoglio rivelerà rendendoli pubblici, i documenti su Pio XII 81 anni dopo la sua elezione al trono di Pietro e quindi come capo della Chiesa di Roma. Per concludere credo che dopo quella data voluta da Bergoglio ne usciranno interessanti documenti.

Comment here