SportUltime News

L’amore di due fratelli e un sogno: la maratona di New York

di Francesca Citro e Graziano Concilio

 

Ci sono storie che ti entrano dentro senza chiedere il permesso e queste è una di quelle per questo abbiamo deciso di raccontare: il sogno di Franco e Dario. Se puoi sognarlo puoi farlo: è con queste sole cinque parole che si può racchiudere la storia di due fratelli, Franco e Dario Leo. Il sogno è partecipare alla maratona di New York che si terrà il prossimo 6 novembre.

Prima di quella data tanto allenamento, ma ora può partire finalmente il conto alla rovescia.

Tetraparesi spastica è questo il nome del nemico con cui Franco è stato chiamato a fare i conti fin dalla nascita. Un nemico che però ha dovuto scontrarsi con la caparbietà di un ragazzo che non ha mai rinunciato alle sue passioni, come quella per la pittura che coltiva grazie al supporto di un mouse che Franco muove con la testa con una naturalezza che lascia a bocca aperta o come quella per lo sport, per il calcio in particolare. A voler essere precisi per il Napoli, la squadra del cuore di Franco.

C’era però un sogno che cresceva dentro da tempo e che solo l’amore di un fratello poteva comprendere senza bisogno di parole. È così che durante il primo lockdown causato dal Covid 19 è scattata la scintilla in Dario. Era il momento di permettere a Franco di fare quello che da solo non avrebbe potuto. In quel momento Franco meritava di vivere un sogno: correre. Correre la maratona gli permetterà di sentirsi per la prima volta davvero libero.

Franco per questa maratona è euforico, speriamo tutti che la salute regga e se l’importante è partecipare, per noi italiani è motivo d’orgoglio perché Franco e Dario saranno gli unici italiani ad essere presenti a New York. È soprattutto una storia d’inclusione quindi speriamo possa essere da stimolo per altre persone. È così che si riassume la storia di sogno attivo, una storia di rinascita e coraggio ma un progetto che ha il sapore di una resilienza alla vita che anche se dura non può togliere la bellezza di sognare.

Comment here