AttualitàUltime News

“A Salerno”, un libro per raccontare la psicologia di una città sospesa…

Un libro per raccontare “la psicologia insolita di una città sospesa“, la “nostra” città. Uscirà il prossimo 16 giugno l’ultimo lavoro di Corrado De Rosa, scrittore e psichiatra, dal titolo “A Salerno“, edito da Perrone Editore e inserito nella collana “Passaggi di dogana”.

“Salerno ha un’ansia da prestazione che la logora. Vive costantemente in bilico tra l’ambizione di diventare una metropoli e il desiderio di mantenere i privilegi di provincia. Per troppo tempo, è stata la città di scorta. Poi si è ribellata, si è rifatta il trucco e adesso si concede ma con parsimonia”, racconta la scheda del libro, 200 pagine in vendita al prezzo di 18 euro.

“Proprio come il suo patrono, San Matteo, Salerno è una città a due facce. Dietro le Luci d’Artista, nasconde i carichi di droga che arrivano nel porto. É la città dello struscio al Corso, delle giornate al sole a Lungomare e delle puttane sulla Litoranea. Chi è emigrato qui, ha mantenuto l’identità della provincia. Pubblicamente sbandiera la sua salernitanità, ma quando torna a casa mangia il cibo che ha portato dal Cilento, parla il dialetto lucano dei suoi nonni. Salerno non sa ancora se vuol essere la più settentrionale delle città del Sud o la più meridionale delle città del Nord. Ha una storia antica di cui è rimasta poca traccia e un’architettura moderna di cui ha ancora poca consapevolezza. Salerno ha una psicologia complessa: è il posto che a vent’anni si cerca a tutti i costi di lasciare e a quaranta non si vede l’ora di riavere”.

L’AUTORE: 

Corrado De Rosa è uno psichiatra. Ha scritto molti saggi sull’uso della follia nei processi di mafia e terrorismo, l’ultimo è Italian Psycho (Minimum fax, 2021). L’allenatore sul divano (Caracò, 2017) è un’analisi semiseria della psicologia calcistica dei tifosi. L’uomo che dorme (Rizzoli, 2018) è il suo primo romanzo.

Comment here