AttualitàUltime News

La vita che sogno

a cura di Francesca Citro e Graziano Concilio

“28 anni fa camminavo in su e giù per il corridoio della maternità di Careggi a Firenze con le doglie!
Non vedevo l’ora di conoscerti Matteo!
A 23 anni mi sembrava così “magico” aver creato una vita!
Non ho mai avuto aspettative, desideri mentre crescevi dentro di me, solo la voglia di stringerti e vedere il tuo viso.
Non ti ho potuto insegnare niente di tutto quello che insegnano le altre mamme, non ho potuto provare l’emozione del primo passo o sentirmi chiamare mamma ma mi hai fatto vivere emozioni indimenticabili!
Tanti, tanti mesi di ospedale solo per riuscire a rimanere vivo e non ti sei mai arreso e io con te!
Viviamo ancora oggi in simbiosi perché l’uno non vive senza l’altra.
Grazie per avermi insegnato a vivere con valori ormai persi, per avermi dato la forza di superare i miei limiti, le mie paure che davanti a te sono briciole.”
Tanti auguri Matteo, 28 anni vissuti come li abbiamo vissuti noi sono quasi un miracolo!!! Buon compleanno, la tua mamma Michela.

Cari lettori quella appena riportata è la lettera d’amore di una mamma per suo figlio, evidentemente diversamente abile. Con oggi la riportiamo per sottolineare il grande amore che i ragazzi diversamente abili possono donare a chi li conosce ma lo facciamo anche per sensibilizzare le coscienze di quanti ancora oggi, nel 2021, non credono che anche i ragazzi diversamente abili sono capaci di ricevere ma soprattutto dare amore come tutti

Comment here