AttualitàUltime News

Supereroi & Fumetti: la genesi di Spiderman

di LUCA CONSIGLIO

Spider-Man, chiamato talvolta Uomo Ragno, alter ego di Peter Parker, è un personaggio immaginario dei fumetti creato dallo scrittore Stan Lee e dal disegnatore Steve Dikto nel 1962 e pubblicato dalla Marvel Comics per la prima volta sul n. 15 della Collana Amazing Fantasy. Gli sono state dedicate serie di cartoni animati, videogiochi e numerosi film di successo. Il sito web IGN lo ha inserito alla terza posizione della classifica dei cento maggiori eroi della storia dei fumetti, dopo Superman, Batman e prima di Wolverine, risultando quindi primo in classifica fra i personaggi della Marvel. Peter Parker nasce a Forest Hills ed è il figlio di Richard e Mary Parker, agenti segreti dello S.H.I.E.L.D morti in un attentato fatto spacciare per un incidente aereo, orchestrato dal malvagio Teschio Rosso.

Ancora bambino viene preso in custodia dagli zii paterni Ben Parker e May Reilly, trattandolo e amandolo come un figlio. A causa del suo fisico debole e mingherlino, della sua timidezza e della sua predilezione allo studio durante gli anni del liceo diventa oggetto di scherno da parte dei compagni e non ha successo con le ragazze. Diventa uno studente modello della Midtown High School of Science and Technology, con una passione per la scienza. Un giorno mentre assiste ad una dimostrazione scientifica sulla radioattività, un ragno viene accidentalmente investito dalle radiazioni e, fortemente traumatizzato e prossimo alla morte, gli cade sulla mano mordendolo; a seguito di questo Peter acquisisce una agilità e una forza sorprendenti, la capacità di aderire alle pareti e un sesto senso, poi noto come “senso di ragno”, che gli permette di percepire eventuali minacce. Dopo un primo momento di grande sorpresa e confusione, Peter capisce che il ragno gli ha trasferito i suoi poteri. Il desiderio di rivincita e di protagonismo lo spingono a sfruttare i suoi poteri per prendersi prima una rivincita nei confronti dei bulli della scuola e poi cerca di diventare famoso entrando nel mondo dello spettacolo; decide di affrontare il wrestler professionista Crusher Hogan indossando una maschera per non farsi riconoscere, riuscendo facilmente a sconfiggerlo; qui viene notato da un produttore televisivo che lo lancia con lo pseudonimo di Uomo Ragno, con indosso un costume da lui creato e dei bracciali meccanici che lanciano ragnatele fatte di un particolare fluido di sua invenzione.

Sfruttando la sua popolarità, cerca così di guadagnare abbastanza soldi per poter aiutare economicamente gli zii. Il successo però lo fa diventare molto più egoista, tanto che una sera, all’uscita dalla sua ultima esibizione, Peter si rifiuta di fermare un ladro in fuga, in quanto non lo ritiene un suo compito. Dopo alcuni giorni, rincasando, Peter scopre che lo zio Ben è stato ucciso da un rapinatore e allora Peter, sconvolto dal dolore, indossa il suo costume da Uomo Ragno e si mette alla ricerca del malvivente e quando lo trova scopre che l’assassino è lo stesso furfante che pochi giorni prima aveva lasciato scappare senza intervenire. Il senso di colpa e ricordando le parole di suo zio Ben decide di ritirarsi dal mondo dello spettacolo e dedicare la vita a combattere il crimine. Peter ha quindi una doppia vita, adolescente timido ed esuberante supereroe che si trova ad affrontare una serie di strani e pericolosi avversari come il Camaleonte, l’Avvoltoio, Lizard, Electro, Sandman e Dr.Octopus.

Ma l’opinione pubblica lo vede come una minaccia. Allo stesso giornale Peter, vende le foto dei suoi combattimenti come Uomo Ragno, lavorando come freelancer per lo stesso quotidiano Daily Bugle che lo denigrava con i suoi editoriali come minaccia per la società. Col tempo diventa più sveglio e maturo anche per alcune drammatiche situazioni che si trova a incontrare nel corso della sua vita: la morte di Gwen, la tossicodipendenza del suo amico Harry Osborn, il costume simbionte che successivamente diventerà Venom, le vicende dei cloni e la conseguente crisi d’identità e la presunta morte di Zia May. Successivamente Peter conosce Mary Jane Watson ma la loro relazione si infrange a causa della sua attività supereroistica.

Nel n. 700 di Amazing Spider-Man, ultimo della serie, Peter viene ucciso dal suo nemico di sempre, il Dottor Octopus. La saga non riprenderà, ma se ne avvierà una nuova intitolata Superior Spider-Man. Tuttavia un frammento della mente di Peter è sopravvissuto. Nel n. 31 di Superior Spider-Man Peter riesce a riprendere possesso del suo corpo e la testata Amazing Spider-Man riparte dal n. 1.

Comment here