Ultime News

Lo scacco matto: ecco le regole per conseguirlo

di Nadia Salmeri

Lo scacco si verifica quando il tuo RE o quello dell’avversario è sotto scacco e rischia di essere mangiato da un pezzo. Quando questo accade che il RE viene attaccato il RE deve muoversi o il RE attacca e cattura.

Se il giocatore non si può muovere fuori dal pericolo li è dato scacco matto.

Notiamo che il RE non può dare scacco a un’altro RE perchè così facendo metterebbero se stessi sotto scacco.

Il RE è un pezzo che non verrà mai catturato perchè è un pezzo speciale e viene protetto a tutti i costi.

Se il RE è sotto scacco e l’avversario cerca di muovere, allora la mossa è illegale, quando questo accade vengono aggiunti 2 minuti al giocatore che inizia lo scacco.

Non è obbligatorio dire scaccco ad alta voce ma è cortesia.

Quando diciamo scacco matto quando il mio RE o quello dell’avversario è sotto scacco, niente può muoverlo e nessuno può catturarlo.

Lo scacco matto vuol dire anche che la partita deve finire immediatamente.

Un esempio di scacco: in un’annotazione il Nero è in grado di dare in una sola mossa scacco, tuttavia il bianco ha mosso per prima “Qf7”, scacco (scritto in annotazione Qf7#). il pedone g6 e l’alfiere su C4 proteggono la regina per riconquistare il RE.

Comment here