AttualitàEventiUltime News

Sarim, cerimonia di consegna della beneficenza alla mensa dei poveri di Salerno

Si è rinnovata anche quest’anno la cerimonia di consegna della beneficenza devoluta alla mensa dei Poveri di Salerno.

L’Amministratore delegato e presidente della Sarim srl, Cosimo Bardascino, aveva lanciato una raccolta fondi tra gli amministratori e i dipendenti dell’azienda per essere, tutti, più vicini a chi è in difficoltà e ha bisogno di gesti concreti.

All’incontro, svoltosi nel piazzale della sede operativa ad Eboli, rispettando le normative legate all’emergenza sanitaria, hanno preso parte il fondatore dell’azienda Giovanni Bardascino; il presidente e amministratore Cosimo Bardasci-no; il componente del Consiglio d’Amministrazione Loredana Bardascino; il direttore generale Silvio Petrone; il presidente dell’associazione onlus “San Francesco” Mario Conte, che gestisce la Mensa dei Poveri di Salerno; il parroco del “Sacro Cuore” di Eboli don Giuseppe Guariglia; tutti gli impiegati amministrativi della società.

“Un’occasione veramente particolare – ha sottolineato Cosimo Bardascino nel suo indirizzo di saluto – perché era nostra intenzione essere vicini alle persone che vivono una condizione di difficoltà. E lo abbiamo fatto con la consueta sensibilità perché chi ha un lavoro certo, e un reddito garantito, non può dimenticare coloro i quali sono in condizioni di indigenza, con una pandemia che non accenna a svanire. Per l’occasione sono state scelte sia la Mensa dei Poveri di Salerno, sia la Mensa della Carità di Roma, che sono presenti nelle realtà in cui opera la nostra azienda”.

“Aver voluto destinare anche quest’anno la beneficenza all’associazione onlus San Francesco – ha precisato il presidente Mario Conte – è la concreta testimonianza che esistono ancora aziende, come la Sarim, le quali dimostrano sentimenti di solidarietà e di vicinanza a chi è in difficoltà. L’anno scorso ho informato i tanti frequentatori della nostra mensa del gesto compiuto e si è levato un applauso spontaneo che voleva significare il grazie sincero perché sono questi benefattori che ci consentono di dare risposte alle numerose richieste”.

Al termine della cerimonia c’è stato il saluto di don Giuseppe Guariglia, parroco del “Sacro Cuore” di Eboli che, nel suo intervento, ha voluto mettere in risalto “… la grande capacità della Sarim di offrire lavoro e futuro a tante famiglie, ma di essere anche vicina a chi vive situazioni di bisogno. Un bel gesto per un’azienda di respiro nazionale che resta una grande e bella famiglia”.​ ​

Comment here