SportUltime News

Circolo Canottieri Irno: 111 anni di amore per il mare e per lo sport

di ELIO & MARTA PICCININNO

IL CIRCOLO

Esattamente la settimana scorsa il Circolo Canottieri Irno, ha compiuto 111 anni di Storia ed amore per il mare e per lo sport.

Già agli inizi del Novecento in città si inizia a diffondere la notizia di un nuovo sport per il mare: proprio il canottaggio. In quel momento il canottaggio era consentito solamente come un’aggiunta a chi già praticava un pò di podismo e ciclismo oltre che ad esibizioni atletiche come la corsa.
In quegli anni di inizio 900, un gruppo di salernitani inizia a dare vita ad una associazione nautica. E dal quel momento gli studenti di Salerno nei loro pomeriggi liberi, oppure quando saltavano la scuola fittavano una barca per gite oppure per esercizi di voga o di vela pagando la somma di due soldi a persona, e dal quel momento si inizia a parlare di “canottaggio agonistico”. Oltre al canottaggio il Circolo Canottieri si è distinto anche in altre discipline come la vela, la canoa, canoa polo, ed il triathlon, sport che unisce nuoto, corsa, e ciclismo.

IL CANOTTAGGIO

Il Canottaggio è uno sport di mare e consiste in una gara tra imbarcazioni a bordo delle quali ci sono i vogatori che devono far muovere le barche attraverso l’uso dei remi. Si tratta di uno sport molto antico tanto che già alle olimpiadi del 1900 sono state disputate delle gare. L’Italia è una delle nazioni più forti nel canottaggio anche grazie ai fratelli Abbagnale, capaci di vincere numerose medaglie olimpiche. Nel Canottaggio gli atleti si siedono sui carrelli mentre per allenarsi usano il remoergometro, ci sono tante categorie e si può gareggiare in singolo o anche fino ad otto persone, oltre ai rematori c’è anche il timoniere.

A Salerno la società più celebre e famosa per il canottaggio è il Circolo Canottieri Irno. Io sono un’atleta di canottaggio e ieri ho gareggiato a Varese che si trova in Lombardia e ho gareggiato in barca e ho fatto il primo giro giro in gara e sono arrivata al quarto posto con l’equipaggio con il timoniere Gigi e il capo voga Maria Vittoria, mio fratello Elio, e Riccardo e abbiamo fatto la seconda gara e sono arrivata con la barca al secondo posto. Siamo rimasti delusi perché ci teniamo tanto per la fine della gara se doveva andare bene per le medaglie ma siamo stati bravi, abbiamo remato bene se abbiamo remato anzi ci siamo allenati tanto per preparare la gara, ma Maria Vittoria ha perso il carrello. Ci siamo rimasti male, ma siamo sicuri che le prossime gare andranno sicuramente meglio.

Comment here