AttualitàUltime News

Dantedì, la giornata dedicata al padre della lingua italiana

di LUCA BOFFA

Il 25 Marzo 2021 si è tenuto il Dantedì ovvero la giornata dedicata a Dante e alla Divina Commedia, come ben sapete l’opera più famosa è un viaggio tra inferno, purgatorio e paradiso dove il padre della lingua italiana un incontra una grande varietà di personaggi sia della sua epoca sia molto antichi.

Dante ha anche quindi un rapporto speciale con la Bibbia vi sta la sua natura della sua opera più famosa, ma cominciamo dicendo che la Divina Commedia è un opera permeata di riferimenti a fatti biblici e relativi personaggi.

Dante non solo fa riferimento a personaggi biblici noti al pubblico sia moderno che a quello della epoca ma anche personaggi biblici poco noti come ben presto vedremo.

Ad esempio nel suo purgatorio fa comparire Adrammelech e suo fratello, costoro furono principi assiri i figli di Sennacherib che dopo aver ucciso il loro padre se ne scapparono nell’Urartu ovvero l’Ararat che è la moderna Armenia, Sennacherib è il sovrano assiro che divenne nemico degli ebrei al tempo di Isaia il famoso profeta biblico.

Un altro esempio da menzionare è il sacerdote apostata Giasone nell’inferno dantesco che al tempo dei maccabei comprò il sacerdozio ebraico con i soldi e cercò di imporre agli ebrei il culto di Zeus, per chi non lo sapesse i maccabei erano i ribelli ebrei che si ribellarono contro il dominio greco della Giudea tra il 168 e il 164 avanti Cristo, questo personaggio biblico è simbolo di Simonia ovvero il peccato di aver comprato coi soldi cariche ecclesiastiche, peccato che era diffuso ai tempi di Dante.

Dante cita nel Cocito dove si trova Lucifero ovviamente Giuda Iscariota e un certo Tolomeo che secondo alcuni è il Tolomeo che fu governatore di Gerico che face ammazzare Simone Maccabeo a tradimento al tempo dei Maccabei in quanto traditori entrambi.

Per concludere Dante ha reso la sua opera davvero ricca di riferimenti biblici anche se ho voluto citare i riferimenti più degni di nota a mio avviso.

Nota 1 : Simone Maccabeo è padre di Giovanni Ircano che fu il primo re degli ebrei della dinastia Asmonea che salì al potere circa un secolo prima dell’ascesa di Erode e della sua dinastia.

Nota 2: Giasone è un personaggio del secondo libro dei Maccabei nella Bibbia cattolica.

Comment here