AttualitàUltime News

Scuola: un rientro tra dubbi e incertezze

di ALESSIA TROVATO

Lo scorso 14 settembre milioni di studenti hanno ripreso le attività didattiche dopo 4 mesi di smart working adottando tutte le procedure per contrastare l’emergenza Covid 19.

Mentre continua la protesta dei rappresentanti sindacali, genitori e studenti sono scesi in piazza per chiedere un miglioramento delle condizioni dei plessi scolastici e il rispetto dei docenti precari, che al momento non sono tutelati.

Ma qual è la situazione attuale nelle scuole italiane? Al via il prossimo 22 ottobre il concorso straordinario per la stabilizzazione degli insegnanti precari. Riferendosi al suddetto concorso, intervenendo lo scorso 1 ottobre alla Camera dei Deputati, il Ministro della Pubblica Istruzione dell’università e della Ricerca Lucia Azzolina ha affermato:

“L‘istruzione, motore di sviluppo e innovazione, un ascensore sociale per i capaci e meritevoli, è sancita dall’articolo 34 della costituzione per elevare il grado d’istruzione dei nostri studenti e studentesse”.

“Proprio partendo da questo abbiamo messo in moto la macchina concorsuale ferma da molto tempo. Ben 78mila posti sono stati messi al bando per nuovi insegnanti a partire dallo scorso aprile 2020. Avrei voluto che le prove concorsuali si svolgessero prima. Attualmente sono 64mila le domande di partecipazione. Nelle scorse settimane il ministero si è impegnato a reperire le postazioni per oltre 20mila candidati su tutto il territorio nazionale per una media di meno di dieci candidati per aula, per assicurare lo svolgimento del concorso in assoluta sicurezza. Sempre al fine di assicurare il corretto svolgimento del concorso, nei prossimi giorni verrà emanato un nuovo protocollo sulla scorta di quelli adottati precedentemente. Si svolgeranno due turni: uno antimeridiano e uno pomeridiano. Grazie ad una distribuzione territoriale e ad una scansione temporale delle prove non ci sarà alcuna forma di assembramento. La prova sarà informatizzata e si supererà con il punteggio di 7/10 o equivalente e si distinguerà per classe di concorso e tipologia di posto e durerà 150 minuti. Per quanto riguarda il concorso ordinario, invece, per la scuola d’infanzia, la scuola primaria e secondaria di primo e di secondo grado, avrà luogo nei prossimi mesi. Lo scopo di questi concorsi è ridurre il precariato nelle scuole attraverso concorsi selettivi.”

Il ministro Pentastellato, ospite al tg “La Sette “ condotto da Enrico Mentana ha parlato delle norme da adottare e del distanziamento sociale.

Polemiche tra i leader della maggioranza e dell’ opposizione, il leader del partito democratico Orfini ha affermato che il concorso debba essere sostenuto in tutta sicurezza e rispettando le norme. Mentre il segretario dell’associazione nazionale precariato ha commentato: giusto rispettare tutte le norme il concorso andava fatto anche prima. Di parere contrario, la Lega , ha definito il concorso completamente inutile.

Aumentano i contagi nel nostro paese: secondo quanto si apprende dai Bollettini diffusi dal Ministero della sanità, i soggetti positivi sono circa 75mila, le guarigioni si aggirano intorno ai 40mila, ma purtroppo questi dati sono in continuo aumento (soprattutto tra gli studenti) , motivo per il quale , i Governatori delle Regioni, seguendo le linee guida dei DPCM disposti dal Governo Conte, hanno predisposto dei percorsi mirati ad evitare l’assembramento nell’ambito scolastico , e sono al vaglio del Governo delle misure restrittive per evitare la diffusione del Virus con la conseguente chiusura dei plessi scolastici.

Auspico che dopo la conclusione delle prove concorsuali, la macchina amministrativa e burocratica, provveda rapidamente all’assunzione dei docenti, garantendo così una dignità lavorativa a coloro che per anni hanno atteso che ciò si realizzasse .

Comment here